Scuola di Aikido affiliata all’Associazione di Cultura Tradizionale Giapponese
Aikikai d'Italia
(Ente morale - D.P.R.526, 8/7/78)
Direzione Tecnica: Maestro Aldo Varchetta
Cintura Nera 5° Dan Aikikai d'Italia, 5° Dan Aikikai -Tokyo - Hombu Dojo




Hombu Dojo. Sotto l'effige del Fondatore dell'Aikido Morihei Ueshiba, il figlio Kishomarru, 2° Doshu scomparso nel 1999, il nipote, attuale 3° Doshu Moriteru Ueshiba e il m° Aldo Varchetta.
(Tokyo Giugno 1993)

L’Arte della disciplina dell’Aikido è difesa personale, ma è anche un'Arte sublime; i suoi esercizi rafforzano corpo e mente.

Morihei Ueshiba il fondatore dell’Aikido diceva che… l’Aikido è lo studio dello Spirito.

Ma, attenzione, tutto questo è soggettivo….

Non tutti i maestri lo sottolineano: l’aikido è uno strumento… il resto dipende dalla sensibilità di chi lo pratica.

Seguendo gli insegnamenti trasmessi dal Fondatore Morihei Ueshiba, il mio fine attraverso l’Aikido è cercare di proporre "La Pace e l'Amore ".

"Ama il tuo nemico" credo che questa frase Biblica, molto intensa, si sposi bene con la filosofia dell’Aikido.

Il M° Hideo Hirosawa tra gli ultimi allievi di O’ Sensei, il Fondatore, ad un seminario al quale ho avuto l’onore di partecipare, diceva e ripeteva spesso “ Pulire lo Spirito ”.

Si, è vero, solo con la purificazione, anche attraverso l'allenamento continuo dell’Aikido, lo Spirito dell’uomo si purifica e visto che il fine dell’Uomo è il bene in quanto bene, si presume che lo Spirito si elevi e, più lo Spirito è elevato, più l’Aikido che una persona esprime acquista un altro valore: entra nelle sfere sottili delle percezioni aumentando così la forza del potere interiore (non più competizione, non più grossolanità)


Il Maestro Varchetta e il Maestro Hirosawa C.N. 7° Dan
Castelfidardo (AN) - giugno 2006

Quindi l’autoanalisi, la gratitudine, il rispetto verso se stessi e verso gli altri, il non criticare, il non essere invidiosi, il saper riconoscere i propri difetti ed il saper perdonare fanno sì che le paure e l’ego facciano spazio ad un cuore puro... all’Aikido, cioè il Ritornare al Divino che è dentro di noi, dentro il nostro Essere, non più tante personalità ma


L’Unità col proprio sé, Ritrovare l’Umiltà ecco questo è l’Aikido per me.


Allora… iniziate a lavorare su Voi Stessi.

BUON VIAGGIO.
M° Aldo Varchetta


Sardegna 1994.
da sinistra: il M° Varchetta, il M° Asai - 8° Dan, il M° Tada - 9° Dan, il Doshu Ueshiba e il M° Hosokawa - 7° Dan


Il Maestro Aldo Varchetta è nato a Pozzuoli (Napoli) nel 1955; la curiosità per la ricerca delle arti del movimento lo hanno spronato, dal 1984, a frequentare corsi di Aikido a Napoli e ad allenarsi tuttora; è stato allievo del Maestro Agostino Pagano c.n. 6° Dan di Aikido a Napoli; ha partecipato ad oltre 150 stages di aggiornamento tecnico tenuti da maestri di livello internazionale.

Per meglio approfondire nel 1993 si reca a Tokio presso l’Hombu Dojo, sede mondiale dell’Aikikai e a Iwama per rendere omaggio alle memorie del Fondatore, e successivamente al Gessoji Dojo del Maestro Hiroshi Tada c.n. 9° Dan, iniziatore di questa disciplina in Italia.

Nel 2011, a Laces, ottiene il 5° Dan dal Maestro Yoji Fujimoto, c.n. 8° Dan

Nel corso degli anni arricchisce la sua formazione culturale attraverso esperienze nel campo delle discipline per lo sviluppo della consapevolezza e della sinergia corpo-mente-spirito.

Per ulteriori informazioni consultate il curriculum del Maestro


Recapito telefonico
del Maestro Varchetta:
347 2903487
Politica di Privacy - Informativa sui cookies
scrivete al Sensei